Crea sito

Recensione: “The Hate U Give” di Angie Thomas. La forza di avere coraggio.

Quando la verità possiede una tale forza da voler emergere a tutti i costi, anche quando ci sono persone che vorrebbero che non venisse a galla, arrivando al punto di minacciare la vita di una ragazzina. Ingiustizie: chiamiamoli con il loro nome. Avevo bisogno di questa lettura e Angie Thomas è apparsa dal nulla. Letture importanti che riempiono l’animo, lo arricchiscono di tematiche vere, tangibili e strazianti. The Hate U Give è una voce fuori dal coro e molto altro.

 


 

THE HATE U GIVE. Il coraggio della verità

Angie Thomas

Genere: Young Adult | Editore: Giunti | Prezzo: 14,00 €, eBook 7,99 € | Pagine: 416
Data di pubblicazione: 30 agosto 2017

Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all’uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C’è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l’episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C’è una cosa che tutti vogliono sapere: cos’è successo davvero quella notte? Ma l’unica che possa dare una risposta è Starr. Quello che dirà – o non dirà – può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita.
Un romanzo importante. Una voce straordinariamente autentica. Un travolgente caso editoriale.

 

 

Quando temi importanti come quello che propone Angie Thomas incontrano un pubblico giovane, ne scaturisce un’esperienza letteraria decisamente interessante. Un libro che fa discutere ponendo delle basi per intraprendere un percorso riflessivo e mirato verso realtà che al giorno d’oggi non sono ancora state debellate, e che fanno apparire l’uomo meno umano di quanto non sia. Il titolo riassume una visione critica della società e di come le discriminazioni di colore abbiano alimentato un odio scandito nel tempo all’interno delle varie comunità ed etnie.
Starr è la portavoce e simbolo di un genere Young Adult che mostra il distacco netto di due mondi in perenne collisione: quotidianamente divisa tra il liceo “per bianchi” e il quartiere degradato dove vive. Fino a quanto, la morte del suo migliore amico, riesce ad accendere una fiamma che lentamente divampa nei cuori di chiunque si trovi sulla sua strada. La voce di Starr diventa un grido di speranza e la testimonianza di come, alcune volte, la paura possa renderci più coraggiosi di quel che pensiamo.

 


 

Avere coraggio non significa non avere paura, Starr. Significa andare avanti anche si ha paura

                                             

Un romanzo mirato, per ragazzi, che vuole porsi come interprete in una società ormai assuefatta dagli stereotipi di “bianchi e neri”, attraverso un linguaggio semplice, non troppo pretenzioso ma in grado di comunicare una grande spensieratezza e forza d’animo. Incalzante, commovente e ispirante. La vita di Starr, le sue difficoltà, i bisticci con i fratelli, la scuola, le amiche, i genitori, fanno parte di un percorso tutto in salita e tortuoso. La morte di Khalil, suo amico fin dall’infanzia, la fa cadere in un baratro di incertezze e paure. Sa bene cos’è successo in quella terribile sera, sa bene cos’ha visto: un poliziotto bianco ha sparato senza alcun preavviso. Il corpo esanime di Khalil, il sangue. Starr è una testimone, ma il terrore di parlare la paralizza, sebbene vorrebbe farlo. Nel quartiere di Garden Heights tutto sembra dondolare tra giorni d’inferno e momenti di pausa dai problemi, dagli spari, dalla droga… dalla vita.Angie Thomas, sebbene sviluppi una trama poco evolutiva, riesce ad istillare molti messaggi positivi, come ad invitare i giovani lettori a non fermarsi mai, a farsi coraggio davanti agli ostacoli che l’adolescenza può portare, ad alzare la testa contro le ingiustizie e abbandonare gli stereotipi e i pregiudizi. Semplicemente a dar valore alle cose belle come l’amicizia, l’amore, la solidarietà. Un libro potente che parla al cuore di chi ha voglia di ascoltare.

 

VOTO: 4 stelle /su 5

 

 


L’AUTRICE

Angie Thomas vive da sempre a Jackson, nel Mississippi. Da ragazza è stata citata, in quanto rapper, sulla rivista Right On e all’occorrenza sa ancorar appare. Si è laureata in scrittura creativa all’università di Belhaven. The Hate U Give è il suo romanzo d’esordio che fin da subito si è fatto notare andando all’asta tra 13 editori americani: i suoi punti forti sono l’autenticità di scrittura e la capacità di trasmettere calore umano e il valore della solidarietà, pur raccontando una storia molto dura. Presto diventerà un film con la regia di George Tillman Jr.

www.angiethomas.com

 

Follow my blog with Bloglovin

Con-dividi ed impera:
Facebook
Twitter
Google+
http://dolcieparole.altervista.org/recensione-the-hate-u-give-angie-thomas/
About

Nata a Pavia, classe 1992, laureata in Product Design all’Accademia di belle arti di Brera, vorace lettrice, creativa, blogger a tempo perso, youtuber senza speranze.

Lascia un commento

Comments

Leave a Comment

*

Unisciti ai dolci lettori!

 

Follow
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search