Crea sito

5 cose che… 5 libri che vorrei leggere prima della fine dell’anno.

La rubrica “5 cose che…” mi da sempre un gran da fare semplicemente perché non so mai cosa scrivere. Le volte so bene quel che voglio, mentre in altre foro di almeno un migliaio di cose. E non va bene: la rubrica si chiama 5 cose che… non elenca la lista della spesa. Ma, ahimè, a me piace tanto fare la spesa. Spesa di libri e di tè, specialmente. E quando mi vengono a dire “Robertina elenca 5 libri che vorresti leggere prima della fine dell’anno” io no, non ce la faccio. Non ne ho solo cinque mannaggia a me!!! Si accumulano lì, sulla libreria e vorrei avere il potere della velocità, che non sarebbe male, ma la mamma mi ha fatto lenta come un bradipo e precisa come un’aquila. Letale, insomma. E pure bassa.

1.

Wolf il giorno della vendetta


TRAMA

Germania, 1956. La Resistenza festeggia: finalmente la guerra è finita. Yael, la ragazza dagli straordinari poteri che è miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento, ha ucciso Hitler davanti agli occhi del mondo intero. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare. Per portare a termine la propria missione, Yael ora non potrà più contare su un’identità segreta e dovrà imparare a fidarsi degli uomini che fino a quel momento ha tradito: Luka e Felix. Insieme a loro si spingerà oltre ogni limite pur di far cadere il Nuovo Ordine. Ma quando in gioco ci sarà la vita di chi ama fino a che punto sarà disposta ad arrivare?

 

2.


TRAMA

Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all’uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato.
Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C’è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l’episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C’è una cosa che tutti vogliono sapere: cos’è successo davvero quella notte? Ma l’unica che possa dare una risposta è Starr.
Quello che dirà – o non dirà – può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita.
Un romanzo importante. Una voce straordinariamente autentica. Un travolgente caso editoriale.

 

3.


TRAMA

A ventisei anni, Louisa Clark sa tante cose. Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell’autobus e casa sua; sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa e, probabilmente, nel profondo del suo cuore sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione. A trentacinque anni, Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente potrà essere più come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un’esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti. E nessuno dei due sa che sta per cambiare l’altro per sempre. Io prima di te è la storia di un incontro. L’incontro fra una ragazza che ha scelto di vivere in un mondo piccolo, sicuro, senza sorprese e senza rischi, e un uomo che ha conosciuto il successo, la ricchezza, la felicità, e all’improvviso li ha visti dissolversi, ritrovandosi inchiodato su una sedia a rotelle. Due persone profondamente diverse, che imparano a conoscersi senza però rinunciare a se stesse, insegnando l’una all’altra a mettersi in gioco. Jojo Moyes ha scritto un romanzo con un incantevole sapore di verità e una leggerezza piena di sentimento, che tratta un tema difficile e doloroso con grande sensibilità e senza alcuna retorica. Profondo e divertente, commovente e sincero, Io prima di te conquista i lettori pagina dopo pagina portandoli a guardare la vita con gli occhi di Lou e Will, due personaggi tanto credibili quanto indimenticabili.

 

4.


TRAMA

Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. L’amore, innanzitutto. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L’impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell’incantevole creatura, in compagnia dell’estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L’amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, La meccanica del cuore è al tempo stesso una coinvolgente favola e un romanzo di formazione, in cui l’autore, con scrittura lieve ed evocativa, punteggiata di ironia, traccia un’indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.

 

5.


TRAMA

“Oceano mare” racconta del naufragio di una fregata della marina francese, molto tempo fa, in un oceano. Gli uomini a bordo cercheranno di salvarsi su una zattera. Sul mare si incontreranno le vicende di strani personaggi. Come il professore Bartleboom che cerca di stabilire dove finisce il mare, o il pittore Plasson che dipinge solo con acqua marina, e tanti altri individui in cerca di sé, sospesi sul bordo dell’oceano, col destino segnato dal mare. E sul mare si affaccia anche la locanda Almayer, dove le tante storie confluiscono. Usando il mare come metafora esistenziale, Baricco narra dei suoi surreali personaggi, spaziando in vari registri stilistici.

 

Cosa pensate di questa mia mancanza letteraria? Dovrei rimediare al più presto, vero?
Anche voi avete così tanti libri che aspettano nella libreria? Inutile dire che i miei sono più di cinque, ma non starò qui ad entrare nello specifico, per la mia sanità mentale.

Con-dividi ed impera:
Facebook
Twitter
Google+
http://dolcieparole.altervista.org/5-cose-che-5-libri-che-vorrei-leggere-prima-della-fine-dellanno/
About
Nata a Pavia, classe 1992, laureata in Product Design all'Accademia di belle arti di Brera, vorace lettrice, creativa, blogger a tempo perso, youtuber senza speranze.

Lascia un commento

Showing 5 comments
  • Anonimo
    Rispondi

    La meccanica del cuore è uno dei miei libri preferiti! Anche io vorrei leggere i primi due libri che hai citato mentre Io prima di te l’ho già letto…bellissima selezione <3

  • Mary
    Rispondi

    Ciao 🙂 “Io prima di te” l’ho amato. ❤️ Vorrei leggere La meccanica del cuore! Lo aggiungo alla lista :* :*

  • Francesca Verde
    Rispondi

    “Io prima di te” spero lo leggerai presto, è un libro molto emozionante e molto bello. “The Hate You Give” ispira tanto anche me…spero di riuscire a leggerlo presto! 🙂

  • lovingbooks⚡️ (@LovingBooks89)
    Rispondi

    Ciao Roberta!
    Di quelli citati sto giusto leggendo Wolf 2, la Graudyn è fantastica, ha uno stile unico, non mi sta deludendo!
    Degli altri ho letto “io prima di te” che ti consiglio ugualmente, ho letto il secondo ma non mi ha regalato le stesse sensazioni del primo, secondo me poteva benissimo essere una storia autoconclusiva.

  • Gresi
    Rispondi

    Ciao, Roberta! Non posso non consigliarti caldamente Oceano mare. Non tutti amano Baricco però, e spero possa piacerti ☺

Leave a Comment

*

Unisciti ai dolci lettori!

 

Follow
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search